Senza  Limiti

Associazione per la tutela dei diritti dei malati cronici, in particolare anziani

Coordinamento interassociativo per la cura e la riabilitazione senza limiti di durata degli anziani malati cronici non autosufficienti.

Ente senza scopo di lucro fondato  a Milano nel 1992 e riconosciuto dalla Regione Lombardia con decreto n° 396380  14 Novembre 1999).

Indirizzo: sede legale:Via dei Carracci 2 – 20149 Milano Tel. – Fax 024984678

Presidente:Fulvio Aurora – Cell. 3392516050  Per contatti:Dario Vittone – Cell. 3470045189

Art. 32 della Costituzione: “ La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

L’Associazione Senza Limiti, che ha assunto come guida questa importantissima affermazione, è un coordinamento fra diverse associazioni che hanno lo scopo di difendere la salute delle persone malate croniche non autosufficienti, specie se anziani.

Nascita di Senza Limiti

Senza Limiti è nata nel 1992 in Lombardia dai firmatari della proposta di Legge di Iniziativa Popolare a favore degli anziani malati cronici non autosufficienti (11.000 firme raccolte) con l’esigenza di modificare la pratica e la concezione di assistenza di questi malati.

Il Comitato dei firmatari ha ritenuto opportuno costituirsi in associazione permanente per continuare ad affermare che gli anziani malati cronici non autosufficienti hanno diritto alle cure  senza limiti di durata e all’interno del Servizio Sanitario Nazionale.

Finalità di Senza Limiti

Dal 2001 al 2003, l’obiettivo dell’associazione è stato quello di far approvare  dalla Regione Lombardia  una nuova  Proposta di legge di Iniziativa popolare (il cui Comitato Promotore era composto da 26 Associazioni  di Volontariato)  sul riordino del sistema sanitario degli anziani malati cronici non autosufficienti: attraverso varie iniziative, sono state raccolte 16000 firme di cittadini lombardi. Nonostante l’impegno del Comitato promotore, la legge è stata bocciata dalla giunta regionale il 26 novembre 2003, senza discussione degli articoli.

L’associazione si occupa di informare il più possibile e con strumenti adeguati la popolazione sui propri diritti in materia di  cura e riabilitazione dei malati cronici; utilissimo, per esempio, il “Manuale dei diritti dei cittadini utenti del Servizio Sanitario Nazionale” redatto a cura di  Senza Limiti e molto partecipati due convegni con esperti nel 2002 e nel 2003. Nel 2008 il Manuale è stato aggiornato diventando “Manuale per il diritto alle cure e all’assistenza sociale delle persone malate croniche non autosufficienti” (allegato)

Inoltre “Senza Limiti” dà indicazioni  sul piano tecnico ( medico e giuridico) in caso di dimissioni precoci di anziani malati dagli ospedali  o dagli istituti di riabilitazione, per un loro inserimento in altre strutture sanitarie adeguate. (V. fac simile di lettera in allegato)

Cerchiamo di promuovere a livello locale iniziative volte a  realizzare, anche in via sperimentale l’ospedalizzazione a domicilio, sostenere l’assistenza domiciliare integrata, e tutelare il principio che le RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali) siano strutture del Servizio Sanitario Nazionale, con l’esclusivo onere per i ricoverati del pagamento del 50% del proprio reddito ISEE, senza ricorrere al contributo dei parenti, qual è invece la prassi illegittima ora attuata dagli enti e dai Comuni. Tale scopo l’associazione sostiene i famigliari anche davanti ai Tribunali sia Civili che  Amministrativi.

Organizziamo Seminari, Incontri, Conferenze Stampa, volantinaggi sugli obiettivi dell’Associazione e promuoviamo indagini con esperti al fine di conoscere il problema con precisione e scientificità ( v per esempio il problema della calura estiva)

Altro scopo è quello di intrattenere relazioni permanenti con tutte le Associazioni lombarde e nazionali che abbiano i medesimi obiettivi.

Recentemente siamo i promotori di una Petizione alla Regione Lombardia per l’applicazione della Legge 130/2000, dove viene escluso il pagamento di spese da parte dei parenti di malati cronici ricoverati in strutture sociosanitarie. Ci siamo resi promotori di un’iniziativa nei confronti dei Comuni, 18 dei quali hanno presentato una proposta di iniziativa comunale: ”

Da ultimo, ma non meno importante fornire  informazioni e consulenze gratuite per qualunque caso di abuso e danno  delle persone malate croniche non autosufficienti, aiutati dal nostro esperto legale

Presid. Fuvio Aurora

Milano, 14 marzo 2011